Teatro Ermete Novelli

 
Sei in: PROGRAMMA

LA DISCESA DI ORFEO

di Tennessee Williams
martedý 25, mercoledý 26 e giovedý 27 marzo 2014 - Teatro Novelli ore 21

Teatro dell'Elfo

LA DISCESA DI ORFEO


traduzione Gerardo Guerrieri

drammaturgia e regia Elio De Capitani
scene e costumi Carlo Sala
con Cristina Crippa, Edoardo Ribatto, Elena Russo Arman, Luca Toracca, Federico Vanni, Corinna Agustoni, Cristian Giammarini, Debora Zuin, Sara Borsarelli, Marco Bonadei, Carolina Cametti e Alessandra Novaga (chitarra elettrica)

La discesa di Orfeo viene presentato per gentile concessione della University of the South, Sewanee, Tennessee

 
LA DISCESA DI ORFEO



Dramma inedito in Italia, La discesa di Orfeo racconta l┤incontro impossibile tra Val, vagabondo con chitarra e giacca di pelle di serpente, e la pi¨ matura Lady, prigioniera di un matrimonio infelice. Il ragazzo non cede alle proposte della giovane miliardaria Carole Cutrere ma, come un moderno Orfeo che tenta di salvare la sua Euridice, sceglie di perseguire il difficile amore con Lady. Per questo viene fatto a pezzi dai fanatici del paese che non tollerano lo scandalo della loro passione e il loro sogno di una vita felice.

Elio De Capitani, alla sua terza regia da Tennessee William, ha immaginato con lo scenografo Carlo Sala uno spazio industriale, una sala prove di un'indefinita periferia urbana dove la compagnia arriva per provare il testo di Williams: un luogo che non descrive gli ambienti del testo, ma permette la libertÓ di "citarli", anche con la lettura esplicita delle didascalie d'autore.

 
LA DISCESA DI ORFEO

Gli interpreti, tutti sempre in scena, di volta in volta escono dal proprio personaggio per farsi voci fuori campo che letteralmente dicono le azioni e le intenzioni degli altri personaggi, li illuminano con potenti lampade manovrate a mano, quasi a volere mettere in luce le emozioni pi¨ nascoste, incitandoli in un gioco di specchi e spaesamenti che lascia emergere le loro psicologie dense e sfaccettate.




foto preview di di Tommaso Le Pera
foto di scena di Lara Peviani